Lunedì, 10 Dicembre 2018

.: CACCARO AUTORIPARAZIONI :.

L'Impianto a Gas / Metano

  • Categoria: GPL
  • Pubblicato: Martedì, 17 Marzo 2015 11:44
  • Scritto da Marco Gardin
  • Visite: 813

La crescita rilevante delle autovetture alimentate a GPL e Metano, e’ un fenomeno incrementato sia dal crescente aumento dei prezzi dei carburanti “tradizionali”, benzina e gasolio, che da una esigenza, ecologicamente necessaria, di diminuzione delle sostanze inquinanti.
Dotare una vettura di impianto bifuel è abbastanza semplice, basta tenere l’auto ferma per 4-5 giorni il tempo necessario per l’istallazione per il collaudo con l’aggiornamento della carta di circolazione presso la motorizzazione.
I moderni impianti adottano l’iniezione sequenziale con un iniettore dedicato per ogni cilindro, che immette il gas il più vicino possibile alla valvola di aspirazione senza bisogno di intervenire su altre parti della vettura.

All’interno dell’abitacolo viene istallato un pulsante che permette di decidere il tipo di alimentazione (in alcune vetture che lo montano di serie è la centralina elettronica che comanda il processo: in accensione a freddo apre la benzina per poi passare al gas mentre, quando il gas sta finendo, provvede al cambio di alimentazione automaticamente).

Il resto dell’impianto consiste nel serbatoio: nei veicoli con alimentazione bifuel viene posizionato nel bagagliaio o al posto della ruota di scorta.
I serbatoi del Gpl e del metano sono regolamentati dalla normativa ECE/ONU 67/01 che prevede dispositivi per garantire la sicurezza in ogni situazione (incendio, incidente, esposizione al calore del sole estivo). In particolare è obbligatoria la presenza di una valvola che ha quattro funzioni: la prima è di interrompere il flusso di gas dal serbatoio appena il motore si spegne anche se la chiave d’accensione è inserita (in caso di incidente).

La seconda è di bloccare il rifornimento di gas quando il serbatoio è pieno all’80% del volume (serve a prevenire un eccessivo aumento della pressione interna, dovuto, per esempio, a un surriscaldamento). Terza funzione è evitare qualsiasi eccesso di pressione interna nel serbatoio, garantendo, in caso di sovrappressione, una fuoriuscita controllata di gas.
Oltre alle valvole di sicurezza, la robustezza necessaria per sopportare elevate pressioni di collaudo,conferisce alle bombole del metano una notevole resistenza agli urti.
Le bombole di metano devono essere sottoposte a revisione ogni 5 anni nel caso in cui rispondano alle norme nazionali oppure ogni quattro anni nel caso siano conformi al regolamento ECE/ONU n. 110.

I serbatoi di Gpl devono essere sottoposti a verifica periodica ogni dieci anni.

Viaggiare con alimentazione a Metano o Gpl comporta un notevole risparmio economico.

Esistono delle normative sulla circolazione che riguardano i veicoli dotati di alimentazione a gas e che stabiliscono delle regole in merito ai parcheggi e al trasporto, in particolare è fatto divieto di parcheggio nei piani interrati (o comunicanti con questi ultimi) per le vetture alimentate a Gpl non dotate di sistema di sicurezza conforme alla normativa ECE/ONU 67/01. Per le autovetture con impianto Gpl di costruzione successiva al 2002 è concesso il parcheggio fino al primo piano interrato. Non esistono limitazioni per quanto riguarda il metano poiché essendo un gas dalla densità e dal peso specifico inferiori rispetto all’aria, in caso di perdite, tende a volatilizzarsi salendo verso l’alto e disperdendosi nell’atmosfera, senza ristagnare a terra e dando luogo a pericolose concentrazioni come invece accade al Gpl.

 

STOP ALLO SMOG

DAI GAS AL RISPARMIO

 

INSTALLA UN SISTEMA GPL O METANO SULLA TUA AUTO

FAI UNA SCELTA CONSAPEVOLE

 

Potenza

I nuovi sistemi GPL e Metano si integrano con i più avanzati sistemi di alimentazione a benzina, ottimizzando le prestazioni del motore in ogni condizione di utilizzo.

Risparmio

Taglia subito i costi del carburante. Un risparmio garantito sin dal primo rifornimento.

Salute

Il GPL ed il Metano rispettano l'ambiente. Non contengono additivi dannosi ed inquinanti. I nuovi sistemi ottimizzano le qualità ecologiche del gas, riducendo le emissioni inquinanti del motore.